Parole Nuove | OPEN ACCESS

SOTTOPOSTO A PEER REVIEW

Freezare

Miriam Di Carlo

PUBBLICATO IL 09 dicembre 2020

Il verbo freezare (pronunciato /friˈza:re/ con s sonora come quella di sbaglio) anche nelle varianti freezzare e frizzare (per lo più queste con z sonora /friˈdzare/ che in italiano è realizzata sempre intensa e scritta doppia tranne i casi in cui è seguita da i più vocale) costituisce un adattamento dell’inglese to freeze ‘congelare’ e per estensione ‘bloccare’ derivato a sua volta dal sostantivo freeze. In italiano freezare viene usato transitivamente (il programma ha freezato il pc) e anche, forse più spesso, come intransitivo pronominale nella forma freezarsi per indicare il bloccarsi di un video, di una schermata, di un’applicazione sul computer o su un qualsiasi tipo di dispositivo elettronico (il pc/lo smarthone si è freezato; si è freezata l’immagine). Recentemente è invalso un uso estensivo del termine che viene applicato a qualsiasi cosa si possa bloccare (anche un ricordo, un movimento ecc.). La parola non è registrata all’interno di nessun dizionario italiano sebbene abbia una diffusione considerevole.


Grafia e pronuncia

Come si accennava in apertura, il verbo in questione viene prevalentemente usato nella forma freezare, per lo più pronunciato /friˈza:re/ con s sonora e con leggero allungamento della i:

Lo sconfinato piacere di fare un’upgrade ram al proprio iMac e vederlo schizzare a mille. Il terrore di vederlo freezare 10 min dopo. (tweet di @andreafrancesco del 6/6/2013) 

Boh ma credo ci sia qualche problema col disco. Se lo avvio mi esce questo o mi fa freezare la console. (tweet di @eterak94 del 1/10/2016) 

Anche nel caso della variante frizare, la pronuncia ricalca quella inglese. Testimoniano invece un adattamento alla fonetica italiana le grafie frizzare e freezzare in cui la z viene in genere pronunciata intensa e sonora.

Ma Marelli ha appena spiegato che il VAR puo’ [sic] freezzare l’azione...Un fallo di mano volontario é [sic] cmq un fallo da VAR review. Non ne usciamo, lascia perdere. In Italia troviamo giustificazioni fatasmagoriche, mentre in Europa il VAR si usa per cio’ [sic] che é [sic]: un supporto. (tweet di @merocosimo24 del 28/11/2019) 

Se è vero che si registrano molte oscillazioni nella forma grafica della parola, è altrettanto vero che possiamo parlare di allografie e allofonie ovvero realizzazioni grafiche e di suono indipendenti dal significato:

Scattare in Av secondo me non è una buona idea...non è una situazione altamente dinamica di richiedere automatismi, e rischi di perdere il controllo sui tempi con eventuale mosso (dovuto al TUO mosso, non a quello del soggetto che verrà freezato dal flash) | Quindi prima cosa...scatta in manuale!. | Tempo: con il flash il tempo non conta molto perchè [sic] è il flash a freezare l’azione. 1/125 dovrebbe andare benone per tutto quello che non è high speed (freezzare cose molto rapide). (commento sul forum juzaphoto.com di Guidoz del 13/5/2014)

Facendo una ricerca sulle pagine in italiano di Google possiamo segnalare la distribuzione d’uso delle varianti del termine. Alcune precisazioni: escludiamo dalla ricerca la variante frizzare perché, oltre ad essere nettamente minoritaria, è omografa del verbo italiano frizzare con cui si indica prevalentemente ‘bruciare o prudere vivamente a fior di pelle’ e ‘essere effervescente provocando al palato una piacevole sensazione di leggero solletico’ (Zingarelli 2021). Evitiamo di considerare anche frizare perché molti risultati sono errori o refusi che rimandano, di nuovo, al verbo italiano frizzare. Non si può prendere in considerazione neppure la prima persona del presente indicativo perché nel caso di freezo rientrerebbero nella ricerca anche le occorrenze relative a una marca di birra.


In definitiva, nonostante le molteplici realizzazioni grafiche e di suono del verbo, possiamo considerare come prevalente la forma freezare sulla quale ha verosimilmente influito l’associazione all’anglismo freezer di cui si conosce diffusamente la grafia. 

 

Significato della parola

Come si accennava, freezare è un adattamento del verbo inglese to freeze il quale ha come primo significato registrato nell’OED (oltre a quello impersonale it freezes ‘si gela’ riferito alla temperatura dell’aria, quando fa particolarmente freddo) quello di ‘of a liquid, or liquid particles: To be converted into ice. Of a body of water: To become covered with ice’ [‘di un liquido o particelle liquide: essere convertito in ghiaccio. Di uno specchio d’acqua: essere ricoperto di ghiaccio’] e anche quindi ‘to become hard or rigid as the result of cold’ [‘diventare duro o rigido come risultato del freddo’]. I significati italiani di freezare si riferiscono agli usi estensivi del verbo to freeze quando significa ‘to make oneself suddenly rigid or motionless’ [‘rendersi improvvisamente rigidi o immobili’]. In particolar modo bisogna considerare il significato di to freeze afferente al campo della cinematografia e televisione, il quale si collega al sostantivo freeze cioè ‘a shot in which the movement is arrested by printing the same frame many times’ [‘uno scatto nel quale il movimento viene fermato, replicando più volte lo stesso fotogramma’].

In italiano la semantica del verbo freezare risulta alquanto complessa e sebbene faccia riferimento a quella inglese, coinvolge molti più campi e ambiti di quelli segnalati all’interno dell’OED proprio perché spesso viene usato semplicemente come sinonimo del verbo bloccare. Oggi il significato maggiormente utilizzato è quello di ‘bloccarsi’ di un’immagine o una videata che prima era in movimento e di un dispositivo elettronico, di un’applicazione o di una funzione a essa associata (come ad esempio le visualizzazioni su YouTube), usato soprattutto ma non esclusivamente come intransitivo pronominale.  Questo significato si sviluppa in ambito informatico dove registra le prime occorrenze già agli inizi del 2000:

Durante i primi 2/5 minuti appena avviato windows il computer si freeza, oggi noto che capita anche durante la masterizzazione di un CD (ogni volta devo buttare il CD) :mad:. Per “freezare” intendo blocco improvviso di Windows senza schermate blu, con tastiera bloccata (“Block Num” fisso) e mouse non funzionante, idem dicasi se premo il testo di spegnimento per avviare la chiusura automatica della sessione. Una volta riavviato e verificato gli “venti di sistema” non vedo alcuna segnalazione di errore o quant’altro. Domande: - C’è un altro [sic] registro per verificare eventuali problemi riscontrati da windows?? – L’aver spostato le memorie puo’ [sic] comportare il blocco/freeze del PC? (commento di Rab80 sul forum hwupgrade.it del 10/2/2006)

In questo secondo esempio poi si nota l’uso del sostantivo freeze, che come già detto è la base del verbo inglese e dunque anche dell’adattamento italiano. Anche oggi freezare è usato in ambito informatico ed elettronico dagli addetti ai lavori:

Ho riscontrato un problema fin dal primo giorno. Aggiornando i driver della rx 590 il PC inizia a freezare ogni tot secondi (all’incirca 3-4 secondi) [...]. Ieri sera, notando l’esistenza della versione 18.11.2 e disinstallando la versione più recente ha iniziato a frezzare anche senza driver a differenza di prima. (commento di @Zanarkard sul forum forum.tomshw.com del 2/12/2018) 

A dir la verità, non è la prima volta che assistiamo ad un problema del genere: nel 2015, ad esempio, si era parlato parecchio del bug Effective Power, ossia una seria di caratteri che se inviati ad un iPhone causavano un crash di iOS. L’anno successivo avevamo avuto un link che faceva freezare i dispositivi della mela e appena un mese fa è stata la volta di chaiOS. (post di Giuseppe Tripodi sul sito mobileword.it del 14/2/2018 aggiornato il 25/3/2019) 

Nonostante l’ambito sia sempre quello informatico, freezare viene usato anche dai meno esperti del settore quando ad esempio chiedono consigli sull’interruzione della prestazione dei dispositivi elettronici:

Ho avuto un problema simile in passato. Dopo qualche mese le porte usb mi davano lo stesso problema, le usb3 facevano freezare il PC e di tanto in tanto il PC di [sic] spegneva riavviandosi dopo pochi istanti. (commento di TOKI sul forum forum.tomshw.it del 23/12/2013) 

Prevalentemente secondo il suo uso intransitivo pronominale, può freezarsi un qualsiasi dispositivo elettronico (un computer, uno smartphone, una stampante, una playstation ecc.) oppure un programma, un’applicazione.

Un paio di giorni fa mi è capitato di cancellare per sbaglio alcune email in thunderbird (mi si era freezato Canc e mi ha segato via una decina di email), per cui, senza farmi prendere troppo dal panico, ho googlato alla ricerca di un metodo per effettuarne il recupero. (post di Doppiavu sul blog doppiavu.wordpress.com del 26/12/2007) 

A partire dal 2008, probabilmente anche in virtù della diffusione del programma freezer di MSN, è invalso l’uso di freezare un account ovvero ‘sospendere momentaneamente un account’ (il proprio o quello di un amico) senza perdere tutti i dati del profilo, con la previsione eventuale di riattivarlo. Questo uso non è rimasto relegato al solo mondo di MSN e ha finito per coinvolgere tutte quelle azioni di sospensione dell’account su un qualsiasi social network:

Un freezer è un programma che TEMPORANEAMENTE impedisce ad un utente di accedere ad MSN. Il suo funzionamento è molto semplice: colui ke [sic] vuole freezare apre il programma quando il contatto-vittima è offline (altrimenti non funziona), inserisce il contatto di quest’ultimo ed il programma sfrutta i server di Messenger tentando di fare numerosissimi login con password sbagliate; il server, dopo che vede questi numerosissimi login falliti, banna l’account per un arco di tempo, e l’utente quindi non può più accedere ad MSN. (commento di ugosan sul forum it.answers.yahoo.com del 2010). 

Salve ragazzi... ho notato che facendo l’abbonamento con carta di credito invece che con le prepagate... si attiva in automatico il rinnovo mensile dell’abbonamento ... non ce [sic] un modo per disabilitarlo oltre a freezare l’account...? (commento di Fabio83 sul forum mmorpgitalia.it del 24/8/2010) 

Appartiene all’ambito tecnico specialistico della musica elettronica l’uso del verbo freezare quando indica letteralmente il congelamento di una traccia musicale che, non potendo più essere modificata sul dispositivo che si sta usando, consente un uso più veloce dello stesso. Le attestazioni di freezare una track (o una traccia) ‘congelare una traccia’ iniziano a comparire intorno al 2005 circa:

Freezando” - per esempio - un paio di tracce Audio con 5 plugins aperti cadauno, e un paio di soft instruments riusciva a farti andare avanti col lavoro senza grossi problemi...[...] nel senso che, se volevamo apportare modifiche a una di quelle tracce, bastava de-freezarla (ri-cliccando sul bottoncino)... modificare il setting dei plugins (o quel che ci serviva) e freezarla di nuovo (bottoncino, click again!)...
...col G5 raggiungere il limite è diventato più difficile... ma visto come le cose vanno avanti, in fretta e senza tregua, non mi stupirei nel ritrovarmi a freezare qualche traccia per dare una mano ai miei due processori da 2GB... [xx(] (commento di Protools sul forum logicforum.it del 28/1/2005) 

Sempre contiguo all’ambito informatico è l’impiego di freezare all’interno del lessico specialistico della grafica digitale. Di solito gli addetti ai lavori, durante una progettazione, parlano di freezare un layer (più raramente freezare un oggetto) ovvero il singolo “foglio” digitale sovrapponibile sul quale disporre le varie fasi del disegno. Ad esempio, freezare il layer “muratura” significa rendere il piano digitale “muratura” immodificabile:

Aggiungo anche che a seconda del tipo di cad il layer deve essere freezato oltre ad essere spento (commento di geomil sul forum geometrinrete.ge.it dell’8/1/2008)

ho aggiunto un layer e vorrei visualizzarlo solo in una finestra: c'è un modo per congelarlo in tutte le altre (senza congelarlo nel modello) senza doverlo freezare finestra per finestra?? (commento di Masare2 sul forum cad3d.it del 25/6/2013) 

Il verbo viene usato anche nell’ambito della fotografia digitale e non con il significato di ‘bloccare un movimento/particolare’ a scopi artistici:

Altro modo per bloccare l’istante è quello di usare dei tempi velocissimi. In questo modo sarai sicuro di bloccare l’immagine, ma devi assicurarti che ci sia la luce necessaria per illuminare il soggetto, altrimenti rischi la sottoesposizione dello scatto. Per risolvere questo problema puoi dotarti di un obiettivo molto luminoso in modo da poter usare tempi più brevi senza troppi problemi. In questo caso l’immagine che ottieni è decisamente freezata e quindi si perde il senso di movimento. [...] Con un flash TTL è possibile fare in modo di usare il flash per freezare l’immagine sincronizzandosi sulla prima o sulla seconda tendina. (post di Daniele Lembo sul blog fotografia.danielelembo.com del 4/7/2013) 

Nell’ambito dei videogiochi il verbo freezare viene usato nel senso di ‘usare l’opzione freeze’ ossia, ad esempio, nei giochi di combattimento, quell’opzione che permette di bloccare e/o rallentare l’avversario:

Con il procedere dell’avventura pac-man verrà in possesso di nuovi poteri utilizzabili con il pennino, sin dalla prima arma, la freccia, il gioco si arricchirà di un nuovo livello di giocabilità, [...] le frecce serviranno inoltre per freezare momentaneamente i fantasmi troppo veloci e colpire interruttori utili per la risoluzione dello stage. ([s.f.], Pac-Pix, multiplayer.it, 3/6/2005) 

Fortunatamente verrà in nostro soccorso il potere di “freezare” la nostra creatura, ossia arrestarla anche in volo. Attraverso questa semplice tecnica potremo oltrepassare le piattaforme più strette e giungere a destinazione incolumi. (Emiliano Contarino, Freeze! La fuga: un puzzle in bianco e nero, iphoneitalia.com, 2012) 

Oltre a ‘usare l’opzione freeze’, il videogioco stesso può freezarsi, ovvero bloccarsi su una videata e questo uso è affine a quello che si esponeva nei casi in cui si blocchi un dispositivo, un’applicazione ecc.:

Salutato quell’orsacchiotto di Geki, veniamo alla vera magagna: Cosmo Fantasy tende a freezare ogni volta che si usano determinati menu, che sono giusto quelli indispensabili per potenziare i cavalieri e sbloccarne di nuovi. Il che genera un loop infinito di imprecazioni, riavvii, altre imprecazioni, altri riavvii, fino a quando ti chiedi chi diavolo te lo faccia fare e disinstalli tutto. (post di Dr.Manhattan sul blog docmanhattan.blogspot.com del 19/12/2017) 

All’interno dell’ambito dei videogiochi il verbo freezare è sicuramente molto popolare, tanto da venir usato anche in maniera estensiva:

So che è un gioco e non ne faccio un dramma, non è che non giocando più mi suicido anche perchè [sic] il gioco ricopre una piccolissima parte di quello che faccio nella giornata, però volevo chiedere un po [sic] a voi cosa vi spinge a continuare a giocare quali sono quelle cose che vi fanno sentire questa magia nel gioco, magari sono semplicemente io che mi sono stufato e sarebbe meglio freezare un po [sic]. (commento di Sifiula sul forum eu.forum.blizzard.com del 1/2019) 

Uscendo dall’ambito informatico, freezare trova molta popolarità in quello delle relazioni amorose. In questo caso freezare qualcuno significa ‘ignorare qualcuno a cui si è interessati’ e questa tecnica è usata per cercare o di eliminare il ricordo della persona, o di risvegliare un interesse nella persona che è stata freezata. Anche in questo ambito si può usare la perifrasi analitica fare un freeze, mentre quando si parla di freezing (altro sostantivo popolare nello stesso ambito) si intende quel periodo in cui la relazione è rimasta bloccata a causa di fattori esterni alla coppia (come la distanza fisica ecc.). Ecco alcuni esempi di freezare (anche nella variante freezzare):

Hai fatto bene a freezare e a fissare un appuntamento appena avuto un suo ricontatto se ti piace. Ora vacci lucido e non finirle sotto se riesci. Stuzzicala e giocaci con leggerezza e vedi dove vuole andare a parare. (commento di Morriz sul forum italinasedution.club del 25/8/2020) 

Facendomi vedere distante e spesso ho provato a freezzare il nostro rapporto di amicizia, non parlando con lei per una settimana, o evitando di guardarla mentre staccava dal lavoro, mostrando quindi indifferenza ad [sic] suo eventuale saluto. (che ci sarebbe stato nel caso l’avessi guardata) (commento sul forum intalinseduction.club) 

Documentandomi e leggendo anche su altri siti, ho notato che ci sono pareri molto contrastanti, chi dice di perseverare, altri invece di usare il freeze perchè [sic] (trattasi di donne attratte dall [sic] abbandono), insomma voglio migliorare in questo!
Mi sono reso conto che il più delle volte non si ha ben chiaro come agire in questi casi! Voi che ne pensate: 1) Freezzare dopo un rifiuto o dopo che ha fatto un po’ la st*onza dimostra che hai accusato il colpo? Se una in fase di MG ti da [sic] palo, al 90% non è attratta dal tuo aspetto fisico o dal ritorno di immagine che avrebbe nello star con te. Se la freezi in questi casi, non fai che eliminare uno scocciatore. Ovvero farle un piacere. (commento di Carlo86 sul forum seduzioneitaliana.com del 12/2/2016) 

Un notevole incremento delle occorrenze di freezare si è avuto grazie all’introduzione di un nuovo gioco nell’edizione 2014 del programma “Grande Fratello”, appunto il freeze, che consiste nel bloccare i propri coinquilini nella posizione in cui si trovano, come un fotogramma. L’eventuale movimento del concorrente viene sanzionato con una punizione:

Il telefono degli imprevisti è tornato, ma questa volta è in Cantina!
Squilla, Chicca o l’interlocutore ordina: “Chicca hai il potere di freezare i tuoi coinquilini, puoi fare quello che vuoi! [...] GF ordina a Chicca di freezare a suo piacimento gli altri ragazzi. La sua prima vittima è Modestina, che viene messa in ginocchio sul tavolo, poi la giovane ‘congela’ Giovanni e infine Mirco immobilizzato ad una delle sagome di cartone ancora in Cantina. Chicca si diverte a fare i dispetti, ma a fine Prova i ragazzi le promettono vendetta. (commento sul forum grandefratello.forumfree.it del 22/5/2014) 

Molti sono i commenti alla trasmissione (nelle sue varie edizioni) sui social network, soprattutto Twitter e il verbo viene usato spesso anche sulla stampa in articoli riguardanti le relazioni dei concorrenti del “Grande Fratello”, perdendo il riferimento al gioco del freeze: in questi casi il significato è uguale o affine a quello usato nell’ambito delle relazioni amorose: si parla di un “incontro freezato”, di coppie che “hanno deciso di freezare tutto” o anche che hanno “freezato i rapporti”.

Il gioco del freeze inoltre ha avuto popolarità grazie alla cosiddetta “Mannequin Challenge”, una sfida lanciata sui social networks (soprattutto Instagram) che consiste nel rimanere a lungo immobile come un manichino:

La Mannequin Challenge è la nuova sfida virale del web, successore del famoso Ice Bucket Challenge e dell’Harlem Shake. Etichettata dall’hashtag #MannequinChallenge, la sfida consiste del [sic] realizzare un video i cui partecipanti devono freezare la loro posizione, rimanendo immobili come dei manichini, spesso utilizzati per le strategie di marketing o comunicazione. (post sul blog hostess-promoter.com s.d.) 

Federer ha provato a freezarsi nella Mannequin Challenge, ma la tentazione di un cioccolatino Lindt è stata troppo forte! (Mirko Spadaro, tennis – Mannequin Challenge per Federer, ma Roger non riesce a resistere al ...cioccolato Lindt, sportfair.it, 24/11/2016) 

Senz’altro l’impiego all’interno di una trasmissione televisiva e nella “sfida virale” sui social network ha incentivato la diffusione del termine, il quale ha finito per essere usato in un registro colloquiale espressivo con il significato di ‘bloccare’ soprattutto un’immagine (e ‘bloccarsi’), ‘raggelare’, ‘immobilizzare’ (e ‘immobilizzarsi’):

Da puro cretino che sono, invece di aiutarla, di smettere di avere le fette di salame sugli occhi e capire che l'amore così non dura ma che va curato e protetto, mi sono chiuso in me stesso, ero rimasto come freezato dal sapere che proprio lei che mi amava alla follia, mi stava chiedendo aiuto per non far si che il suo amore finisse. (commento di gioia_11530997 sul forum amore.alfemminile.com del 9/7/2016) 

Arriva l’estate, i weekend con le amiche, le serate lunghissime. E la voglia di freezzare per sempre momenti di vita, per lo più condivisi, ti porta a un’unica soluzione: comprare un nuovo telefono cellulare dai super poteri. (Guia Rossi, Smartphone 2019, i modelli migliori da avere quest’estate tra fotocamere e pop-ip e full screen da cinema a porter, cosmopolitan.com, 17/5/2019) 

E allora, immersi per ora in questo presente distopico che ci ha «freezzati» tutti, c'è chi lavora a pianificare quel «dopo emergenza» tanto atteso. Ripartiremo. Lo sappiamo. (Miriam Massone, Coronavirus, separati al cinema o in “virtual seat”: così la cultura si prepara a riaprire, lastampa.it, 6/4/2020) 

Una cosa che mi ha fatto stranissimo vedere oggi in giro sono i cartelloni pubblicitari dei film, concerti e spettacoli teatrali fermi a febbraio/inizio marzo | Abbiamo freezato il mondo per due mesi, è pazzesco da pensarci a mente lucida (tweet di @Allampino del 4/5/2020) 

Da ultimo, si registrano casi in cui freezare ha significato di ‘congelare nel freezer”. In questo caso, però sembrerebbe che freezare sia usato come variante del verbo freezerare, che ha come base l’anglismo freezer e che comincia a comparire nei testi in lingua italiana, seppur con sporadiche occorrenze, alla fine degli anni ’90.  Questa ipotesi trova riscontro nel fatto che freezare ‘congelare’ ha occorrenze meno recenti rispetto a quelle di freezare ‘bloccare’. Infatti la prima attestazione sui quotidiani risale al 1999 in un articolo di Vittorio Zucconi:

Non sono in verità nemmeno figli, perché nessuno li vuole e sono stati per quindici anni soltanto ipotesi di bambini, semi di vita chiusi nel freezer di una clinica per la fertilità in Arizona. [...] Gli embrioni di questo Istituto che chiude hanno 18 anni di esistenza, ma soltanto due giorni di vita, il tempo necessario per moltiplicarsi fino a otto cellule dalle due iniziali di uomo e di donna, quando vengono freezati, prima che le cellule comincino a differenziarsi troppo e l’embrione divenga un feto. (Vittorio Zucconi, Lasceremo morire gli embrioni, repubblica.it, 13/7/1999) 

Concludendo, il verbo freezare ‘bloccare’ entra in italiano nel primo decennio del 2000 attraverso il lessico legato all’informatica. In principio veniva usato quasi esclusivamente nell’ambito informatico e digitale in relazione alla musica e fotografia, ai videogiochi e alla grafica per poi entrare in ambiti meno legati al mondo dell’informatica, come quello delle relazioni interpersonali. Un incremento d’uso e un’estensione di significato si registra a partire dal 2014 attraverso il programma televisivo “Grande Fratello” e poi nel 2016 con la “Mannequin Challenge”, la sfida lanciata su internet. Accanto a freezare ‘bloccare’ si registra freezare ‘congelare’ (per lo più un alimento), attestato già in precedenza, al posto del verbo freezerare ‘congelare nel freezer’: in questo caso possiamo parlare di due verbi distinti, che però talora vengono confusi: occasionalmente, infatti, anche freezerare si trova usato nel senso di ‘bloccare’.

Copyright 2020 Accademia della Crusca
Pubblicato con Attribution - Non commercial - Non derivatives (IT)