Consulenze linguistiche | OPEN ACCESS

SOTTOPOSTO A PEER REVIEW

Igiene può avere il plurale?

Anna M. Thornton

PUBBLICATO IL 27 maggio 2022

Quesito:

Diversi igienisti e igieniste dentali ci chiedono se sia possibile usare la forma plurale igieni, anche su documenti fiscali, per indicare un numero superiore a uno di prestazioni di igiene dentale. Giustamente, l’uso del plurale igieni desta in loro qualche perplessità.

Igiene può avere il plurale?

Il problema è mal posto. La questione sorge a causa del fatto che, per brevità, una singola seduta in cui si effettua una prestazione di igiene dentale, viene indicata come “una igiene professionale”, “una igiene di mantenimento”, o simili, e non, più correttamente, come “una seduta di igiene dentale professionale” “una seduta di igiene dentale di mantenimento”. Se si adottasse la dicitura completa ed esplicita, il problema svanirebbe: invece del problematico “due (o tre, ecc.) igieni” basterebbe scrivere sui documenti fiscali “due (o tre, ecc.) sedute di igiene dentale di mantenimento”. Nel caso in cui la formula adottata (come proposta da una lettrice) sia “prestazioni di igieni professionali”, non è assolutamente il caso di pluralizzare la parola igiene: ciò che può avvenire un numero molteplice di volte ed essere fatturato di conseguenza è la prestazione, non l’igiene: la formula corretta in questo caso sarebbe “prestazioni di igiene professionali”, dove il plurale è sul nome prestazioni e sull’aggettivo professionali che concorda con esso. Il nome prestazione a sua volta regge la specificazione di igiene, e la regge sia quando è singolare che quando è plurale, senza bisogno di modificare “di igiene”.


Copyright 2021 Accademia della Crusca
Pubblicato con Attribution - Non commercial - Non derivatives (IT)